Materiali Particolari: Il marmo Kalliston

Il marmo Kalliston (dal greco “kallistos”, che significa “bello”), è un tipo di marmo bianco elegante e prezioso, caratterizzato da un colore bianco particolarmente candido, con grana fine e con delle venature grigie: è la varietà di pietra preziosa più morbida e bianca che si possa trovare.
Nell’aspetto, ricorda le nuvole bianche che fluttuano leggere nel cielo: impossibile non soffermarsi ad ammirarne il fascino e la bellezza.

Il fascino del marmo Kalliston può essere accentuato dal tipo di finitura che viene applicata al materiale, esaltando la qualità e la naturalezza della pietra.

Un’accurata e sapiente lavorazione, oltre a migliorare l’aspetto estetico della lastra di marmo, agisce sulle caratteristiche fisiche del materiale, rendendolo ad esempio meno scivoloso per gli utilizzi in aree umide (spa, bordi piscina, ecc.) o più resistente agli agenti atmosferici e all’inquinamento.

Alcune tipologie di finitura rendono la pietra più levigata, liscia al tatto, mentre altre conferiscono al materiale una texture ruvida, dandogli un aspetto unico.

 

Le finiture più utilizzate per il marmo Kalliston sono la lucidatura e la spazzolatura:

Lucidatura

Questo tipo di finitura serve a rendere la superficie del marmo perfettamente liscia, speculare. La brillantezza che ne risulta mette in evidenza i dettagli e la bellezza del materiale. Inoltre, la chiusura dei pori della pietra garantisce una migliore protezione superficiale. La lucidatura è indicata per l’utilizzo negli interni.

Spazzolatura

Con la spazzolatura, l’effetto che si ottiene è un aspetto a ‘buccia d’arancia’, consumato, che risulta levigato e piacevole al tatto.
Questa finitura si applica per conferire alla superficie della lastra un aspetto invecchiato, rendendola molto indicata per la realizzazione di un pavimento o top cucina.

I suoi utilizzi

Il marmo bianco Kalliston è molto popolare e apprezzato grazie alla sua bellezza lussuosa, idonea a completare un design dal tocco unico, moderno e, al contempo, semplice.

I principali utilizzi del marmo bianco Kalliston sono: elementi artistici, pavimentazioni, facciate di pareti, funzioni decorative, bagni, cucine, complementi d’arredo, sculture, ornamenti e rivestimenti di pareti interne.

 

Materiali Particolari: l’Alabastro di Volterra

La cittadina toscana di Volterra, è da sempre considerata un punto di riferimento per l’estrazione e la lavorazione dell’alabastro: un materiale delicato, lucente ed elegante, con il quale creare lavori artistici e di artigianato di manifattura sopraffina.

L’alabastro di Volterra è riconosciuto come il più pregiato d’Europa!

Ogni cava di Volterra genera una tipologia di alabastro diversa in base alla composizione chimica del terreno: di conseguenza, le varietà meno ricche di inclusioni risultano bianche e trasparenti, mentre le inclusioni di argilla e ossidi metallici producono alabastri tendenzialmente grigi con venature. 

Le colorazioni ambra, giallo e rossastro sono dovute ad ossidi e idrossidi metallici.

L’alabastro di Volterra è un materiale dal finish traslucido, gli utilizzi sono molteplici e spiccano quelli decorativi e legati all’arredo di interni.

Per esempio si possono sfruttare le sue superfici trasparenti per creare giochi di luci e ombre in ogni ambiente dalla cucina al bagno passando per il living, l’home working e la camera da letto.

 

Contattaci per saperne di più!

 

Materiali Particolari: Onice BLU

L’Onice Blu è una preziosa pietra traslucente di colore azzurro chiaro: talvolta il materiale è attraversato da venature sottili bianche o gialle, mentre il fondo è omogeneo e spesso nuvolato.

 

Il grado di traslucenza varia in base al colore, allo spessore e alla lucidatura superficiale delle lastre di onice. 

 

L’Onice Blu è perfetta per ambientazioni residenziali interne, poiché impreziosisce gli spazi in cui è posato; questo materiale, grazie alla sua trasparenza, è particolarmente adatto alla retroilluminazione permettendo alla luce di penetrare attraverso. 

 

Questo marmo onice, tecnicamente chiamato solo onice, è particolarmente indicato per decorare gli interni di ambienti di lusso come: spa, yacht e navi da crociera, visto il suo colore che ricorda il blu dei mari tropicali.

 

Vorresti realizzare qualcosa in Onice Blu? Contattaci!

Materiali particolari: Quarzite Fusion Wow

Fusion Wow è una quarzite proveniente dal Brasile ed è caratterizzata da una combinazione di colori in grado di creare un effetto di notevole impatto visivo, originale e esclusivo.

Questa quarzite arricchisce in modo deciso qualsiasi progetto di spazi sia interni che esterni, le finiture più utilizzate sono la lucida e la spazzolata.

 

Esistono diverse tipologie di questa particolare quarzite proveniente dal Brasile, tra cui:

 

-Fusion Wow Dark: un materiale che sembra aver assorbito i colori delle profondità degli oceani, in grado di affascinare con il suo blu screziato;

 

-Fusion Wow Light: un materiale sui raffinati toni del verde con sfumature crema, bianco, oro e nero che si propagano come dolci onde mosse dal vento;

 

-Fusion Wow Multicolor: richiama i molteplici toni caldi della natura, con un’esplosione di colori prevalentemente rossastri e grigio scuri tendenti al blu;

 

-Fusion Wow Green: è caratterizzato da una miscela di onde di colori – bianco, crema, oro, verde oceano e nero. Questa quarzite si esprime in modo deciso potenziando qualsiasi progetto dando a spazi interni ed esterni un maggiore interesse visivo.

 

Marmo Botticino

Ci sono diverse varietà di marmo botticino, ogni tipologia ha delle sfumature di design che lo rende più o meno adatto alle varie destinazioni d’uso:

 

Botticino classico

La varietà Classico si presta a alla lucidatura e crea un ottimo impatto dal punto di vista ‘’monumentale’’, con la sua capacità di dare una colorazione suggestiva agli ambienti interni. Questo tipo di marmo è più adatto a rivestimenti, pavimenti, cucine, scale, bagni, lastre e locali di ogni tipo.

Marmo Botticino Classico

Botticino semiclassico

Il Semiclassico è una varietà che si contraddistingue per il fondo a grana fine colore beige, con l’intrusione delle venature marroni, perfetto per realizzazioni con carattere tradizionale.

Questa variante può essere usata sia per rivestimenti interni che esterni, oltre che per lastre e pavimenti di ogni tipo.

 

Le finiture possono essere: levigato, lucido, martellinato, rullato, rigato, bocciardato, sabbiato e spazzolato.

Il mercato di questa varietà di marmo affronta una concorrenza spietata, dove troviamo del materiale chiamato botticino un marmo beige di altra provenienza, estratto e lavorato a basso costo.

Marmo Botticino Semiclassico

Botticino fiorito

Il fiorito è una varietà dal colore beige chiaro che si contraddistingue per le sue peculiari nuvolature bianche. Queste particolari colorazioni rendono il botticino fiorito particolarmente indicato per lavori di pregio come rivestimenti interni e pavimentazioni.

 

Le finiture possono essere: spazzolato, sabbiato, lucido, levigato, rigato, rullato, bocciardato e martellinato.

 

Adatto per: pavimenti, rivestimenti, top da bagno, cucine, soglie, scale, lavorati, lastre.

Marmo Botticino Fiorito

Il laminam

Il Laminam è una lastra di gres porcellanato (che fa parte della famiglia delle ceramiche), ottenuta con specifici procedimenti industriali e utilizzata in particolar modo per rivestire superfici piane o verticali, come ad esempio pareti, tavoli, top di cucina o bagno ecc.

Si tratta di un materiale di ultima generazione molto apprezzato nell’arredamento, soprattutto per le sue proprietà chimiche e fisiche che lo rendono estremamente resistente al calore, al gelo, ai graffi, a eventuali fenomeni corrosivi o alle sollecitazioni meccaniche e delle innumerevoli varianti cromatiche e di texture disponibili. Alcune colorazioni possono riprodurre fedelmente l’aspetto di specifici materiali naturali (come il marmo o il travertino), ma anche tonalità “industriali” (come ferro, plumbeo e plutonio ossidato) che rimandano a tecniche di lavorazione tradizionali.

Le superfici ceramiche Laminam rappresentano la massima evoluzione del grès porcellanato essendo sottili e ultra resistenti.
Le lastre di grande formato, da 1620 x 3240 mm, con spessore 12 mm, sono appositamente create per realizzare top e ante di cucine bagni, e pavimentazioni e rivestimenti per interni ed esterni.

Il Laminam si rivela una soluzione appropriata sia come rivestimento per porte, pareti e/o pavimenti, che come elemento divisorio a sé stante. Le nuove tecnologie e l’aggiornamento dei processi produttivi permettono oggi di creare prodotti e materiali un tempo inesistenti, ma anche soluzioni di arredo volte ad aumentare la qualità dell’esperienza di vita all’interno della casa.

Abbiamo realizzato diversi progetti in Laminam:

 

Laminam collezione Legno Venezia

La linea Laminam Legno Venezia è ispirata alle briccole, i sostegni che da diversi secoli delimitano la navigazione dei canali veneziani. Quando vengono sostituiti a causa dell’usura causata dall’azione dell’acqua salmastra, gli artigiani veneziani, danno loro una nuova vita, trasformandoli in complementi di arredo.

 

Laminam si è lasciata ispirare da questa tradizione e ha creato una superficie in grado di riprodurre le briccole sulla ceramica in tre tonalità: corda, sabbia e fumo. 

Dettagli tecnici

Tutte le superfici Legno Venezia, sono caratterizzate dall’eccellenza tecnica di Laminam, Resistono agli urti, alle macchine e ai graffi.

 

La versatilità del Laminam, fa in modo che le superfici mantengano le loro specifiche anche in caso di esposizione al calore, al gelo e ai raggi UV, con un assorbimento medio di acqua pari allo 0,1%.

 

Legno Venezia è un prodotto totalmente naturale, compatibile con le sostanze alimentari perché non rilascia elementi in soluzione (anche in caso di incendio) e non consente la formazione di muffe.

TOP di Laminam noir desir

Siamo entusiasti di condividere con voi una delle nostre ultime creazioni in collaborazione con Ellegiarre arredamenti, una cucina con un’isola centrale con i vari servizi (lavello e piano cottura). Lo snack in legno può essere utilizzato come tavolo da cucina.

All’interno della parete, resi invisibili dalle ante, ci sono i cassetti, le mensole e il frigo.

Il TOP è di Laminam noir desir, spessore 2 cm

Laminam è una grande lastra in ceramica dallo spessore ridotto, le più sottili arrivano fino a uno spessore di soli 7 millimetri garantendo una grande resistenza agli urti e alla flessione.

È possibile raggiungere lo spessore di 7 millimetri inserendo una stuoia in fibra di vetro estremamente resistente tra due lastre Laminam da 3 millimetri. 

Le lastre vengono prodotte in un grande formato di dimensioni 1000 x 3000 millimetri fino ad arrivare a 1620 x 3240 millimetri consentendo di creare top cucina, bagno e tavoli senza tagli.

TOP di Laminam noir desir - Prato

In questo modo possiamo avere piani più uniformi, resistenti e performanti grazie all’assenza di giunture.

Questa lastra in ceramica si presta a numerose destinazioni d’uso: Il Laminam è resistente alle sollecitazioni, ai prodotti chimici, all’usura, ai graffi e alle abrasioni profonde. Inoltre è resistente al gelo, al fuoco, alle muffe e all’azione dei raggi UV.

Il Laminam offre un catalogo finiture ampio, con molte finiture: Spaziamo dall’effetto legno, all’effetto marmo, pietra, resina, fino alle più classiche tinte unite. 

Tutte le caratteristiche e le proprietà cromatiche delle lastre sono inalterabili, restano immutate nel tempo e in presenza di ogni condizione atmosferica.

Laminam bianco statuario lucido

Siamo felici di condividere una delle nostre ultime realizzazioni:

La cornice per la televisione e il pavimento sono state realizzate in Laminam bianco staturario lucido.

Il Laminam è la lastra di ceramica più grande e più sottile mai vista, una pelle per superfici e volumi, in grado di moltiplicare destinazioni d’uso e applicazioni. 

Realizzata con tecnologie all’avanguardia, unisce allo spessore ridotto e alle grandi dimensioni un’elevata resistenza alle sollecitazioni, ai prodotti chimici, all’usura, ai graffi, all’abrasione e alla flessione, è facilmente igienizzabile, resistente al gelo, al fuoco, alle muffe, all’azione dei raggi UV. 

Tutte le caratteristiche delle lastre sono inalterabili, restano invariate nel tempo e in presenza di ogni condizione atmosferica.

Applicazioni del Laminam:

  • Cucina;
  • Bagno;
  • Rivestimenti;
  • Pavimenti interni/esterni;
  • Tavoli;
  • Controsoffitti.

Il Marmo Portoro

Il Marmo Portoro è una pietra molto pregiata a sfondo nero profondo e venature di colore giallo-oro. La zona di estrazioni è La Spezia, più precisamente Portovenere.

Il nome Portoro deriva dalla traduzione in italiano del termine francese “Porte d’or” (Porta d’oro) con il quale veniva chiamato durante la dominazione francese.
In origine il nome era “Misto giallo e nero”, in seguito venne denominato “Giada di Portovenere”. 

Il Portoro è una pietra di grande carattere e bellezza: la sua originalità ed eleganza la rendono adatta per i rivestimenti di pregio e complementi d’arredo moderni come caminetti, colonne, sculture e top.

Il Marmo Portoro - Prato Marmi

Le sue finiture ottimali sono la lucidatura e l’anticatura.

Possiamo trovare il Portoro nelle ville imperiali dell’antica Roma, lo ritroviamo anche negli edifici più lussuosi del Rinascimento, nelle chiese romane e nei più lussuosi palazzi europei del XIX secolo, periodo durante il quale veniva usato soprattutto in Svizzera, Belgio e Francia, specialmente a Versailles.

Il particolare fondamentale del marmo Portoro, oltre alle venature dorate, è il colore di fondo che deve essere tanto più scuro possibile fino al raggiungimento del cosiddetto “nero seppia”: tale caratteristica cambia decisamente l’effetto ottico del materiale stesso al momento della lucidatura e posa in opera. Il marmo Portoro è da secoli usato in tutte le lavorazioni di altissimo livello, infatti lo ritroviamo anche nei più bei palazzi storici italiani.

Geologicamente si tratta di un calcare con venature carbonatiche a limonite, formatosi in un ambiente marino calmo, profondo, poco ossigenato e ricco di sostanza organica.

Il colore nero si deve proprio alla ricchezza di sostanza organica, mentre le striature dorate derivano dalla dolomitizzazione parziale della sostanza organica che si è ossidata.