Laminam bianco statuario lucido - Cornice TV Prato Marmi

Laminam bianco statuario lucido

Siamo felici di condividere una delle nostre ultime realizzazioni:

La cornice per la televisione e il pavimento sono state realizzate in Laminam bianco staturario lucido.

Il Laminam è la lastra di ceramica più grande e più sottile mai vista, una pelle per superfici e volumi, in grado di moltiplicare destinazioni d’uso e applicazioni. 

Realizzata con tecnologie all’avanguardia, unisce allo spessore ridotto e alle grandi dimensioni un’elevata resistenza alle sollecitazioni, ai prodotti chimici, all’usura, ai graffi, all’abrasione e alla flessione, è facilmente igienizzabile, resistente al gelo, al fuoco, alle muffe, all’azione dei raggi UV. 

Tutte le caratteristiche delle lastre sono inalterabili, restano invariate nel tempo e in presenza di ogni condizione atmosferica.

Applicazioni del Laminam:

  • Cucina;
  • Bagno;
  • Rivestimenti;
  • Pavimenti interni/esterni;
  • Tavoli;
  • Controsoffitti.

Il Marmo Portoro

Il Marmo Portoro è una pietra molto pregiata a sfondo nero profondo e venature di colore giallo-oro. La zona di estrazioni è La Spezia, più precisamente Portovenere.

Il nome Portoro deriva dalla traduzione in italiano del termine francese “Porte d’or” (Porta d’oro) con il quale veniva chiamato durante la dominazione francese.
In origine il nome era “Misto giallo e nero”, in seguito venne denominato “Giada di Portovenere”. 

Il Portoro è una pietra di grande carattere e bellezza: la sua originalità ed eleganza la rendono adatta per i rivestimenti di pregio e complementi d’arredo moderni come caminetti, colonne, sculture e top.

Il Marmo Portoro - Prato Marmi

Le sue finiture ottimali sono la lucidatura e l’anticatura.

Possiamo trovare il Portoro nelle ville imperiali dell’antica Roma, lo ritroviamo anche negli edifici più lussuosi del Rinascimento, nelle chiese romane e nei più lussuosi palazzi europei del XIX secolo, periodo durante il quale veniva usato soprattutto in Svizzera, Belgio e Francia, specialmente a Versailles.

Il particolare fondamentale del marmo Portoro, oltre alle venature dorate, è il colore di fondo che deve essere tanto più scuro possibile fino al raggiungimento del cosiddetto “nero seppia”: tale caratteristica cambia decisamente l’effetto ottico del materiale stesso al momento della lucidatura e posa in opera. Il marmo Portoro è da secoli usato in tutte le lavorazioni di altissimo livello, infatti lo ritroviamo anche nei più bei palazzi storici italiani.

Geologicamente si tratta di un calcare con venature carbonatiche a limonite, formatosi in un ambiente marino calmo, profondo, poco ossigenato e ricco di sostanza organica.

Il colore nero si deve proprio alla ricchezza di sostanza organica, mentre le striature dorate derivano dalla dolomitizzazione parziale della sostanza organica che si è ossidata.

Che cos’è il marmo “alleggerito”?

Il “marmo alleggerito” è un materiale composito costituito da pietra naturale e Honeycomb (celle di alluminio racchiuse in tessuto di vetro impregnato). La sua costruzione lo rende molto versatile e, rispetto al marmo tradizionale, non ha molte limitazioni di utilizzo.

Un’altra variabile da tenere in considerazione è il diametro delle celle esagonali in alluminio dell’Honeycomb, più piccole sono e più garantiscono resistenza.

Com’è fatto?

Realizziamo i pannelli compositi di marmo alleggerito accoppiando lastre sottili di pietra a pannelli di supporto con un peso specifico più leggero. Questi pannelli di supporto possono essere in honeycomb di alluminio, in polipropilene o in schiume poliuretaniche ad alta densità

I pannelli honeycomb sono costituiti da celle a nido d’ape di alluminio racchiuse in due pelli esterne in fibra di vetro o alluminio.

Le loro caratteristiche di leggerezza, rigidità e resistenza alla compressione li rendono adatti per essere impiegati nel settore aeronautico e navale.

I pannelli in polipropilene hanno anche loro una struttura a nido d’ape e mantengono le stesse caratteristiche di leggerezza dell’alluminio, con il vantaggio di essere retro illuminabili.

Le schiume poliuretaniche possono essere di diverse densità e uniscono la leggerezza alla possibilità di realizzare pannelli con spessori elevati su cui possono essere realizzati fori per sistemi di fissaggio in genere.

Per realizzare i pannelli di marmo alleggerito si devono unire una lastra di pietra, in genere con spessore 2 cm, a due pannelli di supporto leggero, uno per parte. Marmo e honeycomb vengono incollati tramite colle epossidiche bicomponenti che garantiscono una tenuta perfetta e omogenea attraverso dei macchinari che creano il “sottovuoto” che aiuta a distribuire meglio i collanti e a eliminare la presenza di aria che potrebbe indebolire la struttura del pannello.

Che cos è il marmo alleggerito - Prato Marmi
Perché si chiama marmo alleggerito?

Il peso medio di una lastra di marmo con spessore 20 mm è di circa 58 kg per metro quadrato mentre il peso medio di una lastra alleggerita è di 16 kg per metro quadrato. È per questo motivo che viene chiamato “marmo alleggerito”.

Vantaggi

Il marmo alleggerito è una soluzione versatile che ha i seguenti vantaggi:

  • Possibilità di usare la pietra in contesti dove il peso è un fattore determinante
  • Lastre sono flessibili e particolarmente resistenti
  • L’installazione è più rapida grazie al peso ridotto
  • C’è la possibilità di produrre elementi pre-assemblati di facile installazione
  • Utilizzando dei materiali più costosi, costi più contenuti a parità di superficie coperta

Utilizzi ed applicazioni

Il Marmo leggero può trovare, tranne in alcune rare eccezioni, gli stessi impieghi del marmo tradizionale.

Grazie alla sua leggerezza, alla facile installazione e alle superiori capacità di resistenza agli impatti e flessibilità, i pannelli di marmo alleggerito sono particolarmente indicati per l’applicazione in tutti quei casi dove la riduzione di peso è una priorità assoluta, in grado di giustificare l’investimento nella lavorazione complessa:

  • Rivestimento di mobili
  • Settore navale (yachts)
  • Settore aeronautico
  • Tavoli
  • Consolle
  • Rivestimenti di ascensori
  • Rivestimenti di Mobili

Il marmo alleggerito è una soluzione che porta la particolarità delle pietre naturali più pregiate su superfici che normalmente non ne potrebbero sostenere il peso, senza però compromettere tutte le caratteristiche del marmo.

Laminam Diamond Cream

Siamo felici di condividere una delle nostre ultime realizzazioni

Questa cucina è stata realizzata con un top di lastre di gres di grande dimensioni con uno spessore di 2 cm e 6 cm di veletta.
Le lastre sono state inscatolate direttamente sulla cucina e il disegno del top è stato progettato per pesare il meno possibile sulla struttura.

Laminam Diamond Cream - Prato Marmi 3

Laminam Diamond Cream è una lastra in gres di grande formato che unisce allo spessore ridotto e alle grandi dimensioni un’elevata resistenza alle sollecitazioni meccaniche, ai prodotti chimici, all’usura, ai graffi, all’abrasione profonda e alla flessione, è facilmente igienizzabile, resistente al gelo, al fuoco, alle muffe, all’azione dei raggi UV. Tutte le caratteristiche e le proprietà delle lastre sono inalterabili, restano immutate nel tempo.

É un materiale dalla qualità visiva elevata, lucido, resistente allo sbiadimento, alle macchie e alle bruciature. Queste caratteristiche lo rendono adatto per essere usato in cucina, anche per quelle esterne.

Laminam Diamond Cream - Prato Marmi 1

Il Laminam Diamond Cream può essere utilizzato nei controsoffitti, nelle docce e in altre zone umide.

Applicazioni:

  • Cucina;
  • Bagno;
  • Rivestimenti;
  • Pavimenti interni/esterni;
  • Tavoli;
  • Controsoffitti.

Laminam Diamond Cream - Prato Marmi

Caratteristiche:

  • Resistenza alle macchie;
  • Resistenza al fuoco;
  • Crashworthiness;
  • Resistenza agli acidi;
  • Assorbimento d’acqua;
  • Resistenza alla compressione;
  • Resistenza allo scivolamento;
  • Resistenza al graffio.

Onice

Il marmo onice, normalmente chiamato onice, è formato da sedimenti calcarei colorati dall’acqua dolce. Si è formato da aggregazioni calcaree di acqua sorgiva e di infiltrazione.
Questa pietra è considerata molto pregiata e viene utilizzata soprattutto per rivestimenti ed elementi ornamentali decorativi.

La particolare caratteristica di questa pietra è la retro-illuminabilità che fa sì che sia reputata tra le pietre più preziose utilizzabili nell’arredamento di interni donando un tocco di esclusività.
I colori più noti sono bianco, giallo, marrone, arancio, rosso e verde, in tutte le sfumature immaginabili.

onice_fantastico Prato Marmi

L’onice è una delle pietre più fragili che troviamo in natura, fortunatamente ci sono tecniche per per compensare questa fragilità.

Le lastre di onice, infatti, sono spesso supportate da una rete in fibra di vetro, che aggiungono resistenza al materiale.
La superficie dove verranno applicate le lastre o le piastrelle in onice deve essere perfettamente uniforme e stabile, altrimenti l’onice potrebbe danneggiarsi

Un’altro fondamentale accorgimento nella lavorazione dell’onice è l’uso di una lama diamantata, per avere un taglio pulito e più resistente.

L’onice non ha la stessa manutenzione facile come il granito o il marmo, ma richiede cura e manutenzione continua.

La sua rara bellezza rendono questa pietra un materiale prezioso, ricercato, adatto agli ambienti raffinati ed esclusivi.

La diorite

La diorite è una roccia magmatica intrusiva a grana grossa, si è formata durante la nascita di catene montuose lungo i margini delle placche continentali (come le Ande), e negli archi magmatici. Il suo nome deriva dalla parola greca “diorìzein“, che significa “delimitare, determinare”.

diorite green Prato Marmi

Le dioriti possono essere quarzifere e non quarzifere; si presentano con colorazione variabile dal grigio-verde scuro quasi nero al verde chiaro.

Diorite Green - Prato MarmiUtilizzo

Estremamente dura, con elevata resistenza a compressione e caratteristiche simili ai graniti, la diorite, pur risultando difficile a lavorarsi, è stata utilizzata comunemente fin dall’antichità (civiltà mesopotamiche). Oggi è principalmente impiegata per pavimentazioni

Grazie alla sua estrema robustezza e durabilità, la diorite, viene utilizzata come elemento strutturale ed è comunemente impiegata nell’edilizia, per pavimentare strade e piazze nelle diverse parti del mondo, sotto forma di ciottoli, cubetti o lastre.

Ultimamente è considerata un elemento di spiccata eleganza anche nell’interior design.

Marmo: tipi e caratteristiche

Da oggi avrà inizio la nuova rubrica sulle tipologie di marmo e le loro caratteristiche

Breve storia del Marmo

Fin dall’antichità il marmo è stato utilizzato per la realizzazione di sculture e architetture
pregiate.

Col passare del tempo non ha mai perso la sua nobiltà ed è tornato di tendenza negli ultimi
anni per merito della sua versatilità e la capacità di trasformare in opera d’arte ogni ambiente
nel quale viene utilizzato.

Tipologie di Marmo

Di seguito le varie tipologie di marmo che saranno frutto di articoli di approfondimento.
La scelta del materiale adatto alle esigenze deve partire dalla giusta conoscenza di esso.

  • Marmo di Carrara
  • Marmo Rosso Verona
  • Marmo Verde Aver
  • Marmo Cappuccino
  • Marmo Rosa Portogallo

Fogli in Pietra naturale

I Fogli in Pietra naturale vera costituiscono una linea innovativa di prodotti destinati all’Architettura e al Design.

Si parte dai blocchi di pietra e, grazie ad una tecnica innovativa, si arriva a strati sottili di 2mm.

Come si lavora

Per unire e fissare i fogli si utilizza della resina di poliestere in fibra di vetro, avviene tutto molto facilmente grazie alla leggerezza della materia prima (anche se è solida) e si lavora facilmente perché è perfettamente modellabile, adattandosi a qualsiasi uso.

Caratteristiche

Ogni tipologia di fogli di pietra presentano caratteristiche di consistenza, colore e aspetto tipiche della pietra dalla quale viene ricavata. Le differenze di colore e venature all’interno della stessa tipologia sono tipiche della vera pietra e non costituiscono difetto.

La Pietra Serena

Un nuovo colore Colorquartz