le ultime novità relative alla nostra azienda

Materiali Particolari: Il marmo Kalliston

Il marmo Kalliston (dal greco “kallistos”, che significa “bello”), è un tipo di marmo bianco elegante e prezioso, caratterizzato da un colore bianco particolarmente candido, con grana fine e con delle venature grigie: è la varietà di pietra preziosa più morbida e bianca che si possa trovare.
Nell’aspetto, ricorda le nuvole bianche che fluttuano leggere nel cielo: impossibile non soffermarsi ad ammirarne il fascino e la bellezza.

Il fascino del marmo Kalliston può essere accentuato dal tipo di finitura che viene applicata al materiale, esaltando la qualità e la naturalezza della pietra.

Un’accurata e sapiente lavorazione, oltre a migliorare l’aspetto estetico della lastra di marmo, agisce sulle caratteristiche fisiche del materiale, rendendolo ad esempio meno scivoloso per gli utilizzi in aree umide (spa, bordi piscina, ecc.) o più resistente agli agenti atmosferici e all’inquinamento.

Alcune tipologie di finitura rendono la pietra più levigata, liscia al tatto, mentre altre conferiscono al materiale una texture ruvida, dandogli un aspetto unico.

 

Le finiture più utilizzate per il marmo Kalliston sono la lucidatura e la spazzolatura:

Lucidatura

Questo tipo di finitura serve a rendere la superficie del marmo perfettamente liscia, speculare. La brillantezza che ne risulta mette in evidenza i dettagli e la bellezza del materiale. Inoltre, la chiusura dei pori della pietra garantisce una migliore protezione superficiale. La lucidatura è indicata per l’utilizzo negli interni.

Spazzolatura

Con la spazzolatura, l’effetto che si ottiene è un aspetto a ‘buccia d’arancia’, consumato, che risulta levigato e piacevole al tatto.
Questa finitura si applica per conferire alla superficie della lastra un aspetto invecchiato, rendendola molto indicata per la realizzazione di un pavimento o top cucina.

I suoi utilizzi

Il marmo bianco Kalliston è molto popolare e apprezzato grazie alla sua bellezza lussuosa, idonea a completare un design dal tocco unico, moderno e, al contempo, semplice.

I principali utilizzi del marmo bianco Kalliston sono: elementi artistici, pavimentazioni, facciate di pareti, funzioni decorative, bagni, cucine, complementi d’arredo, sculture, ornamenti e rivestimenti di pareti interne.

 

Materiali Particolari: l’Alabastro di Volterra

La cittadina toscana di Volterra, è da sempre considerata un punto di riferimento per l’estrazione e la lavorazione dell’alabastro: un materiale delicato, lucente ed elegante, con il quale creare lavori artistici e di artigianato di manifattura sopraffina.

L’alabastro di Volterra è riconosciuto come il più pregiato d’Europa!

Ogni cava di Volterra genera una tipologia di alabastro diversa in base alla composizione chimica del terreno: di conseguenza, le varietà meno ricche di inclusioni risultano bianche e trasparenti, mentre le inclusioni di argilla e ossidi metallici producono alabastri tendenzialmente grigi con venature. 

Le colorazioni ambra, giallo e rossastro sono dovute ad ossidi e idrossidi metallici.

L’alabastro di Volterra è un materiale dal finish traslucido, gli utilizzi sono molteplici e spiccano quelli decorativi e legati all’arredo di interni.

Per esempio si possono sfruttare le sue superfici trasparenti per creare giochi di luci e ombre in ogni ambiente dalla cucina al bagno passando per il living, l’home working e la camera da letto.

 

Contattaci per saperne di più!

 

Tavolo gres porcellanato effetto marmo

Siamo orgogliosi di presentarti una delle nostre ultime creazioni: un tavolo in Gres porcellanato effetto marmo. 

Il piano è composto da più parti anche se guardandolo sembra un pezzo unico grazie ad una lavorazione particolare che riprende le venature marmoree.

 

Tavolo gres porcellanato Pratomarmi 2 Tavolo gres porcellanato Pratomarmi copertina Tavolo gres porcellanato Pratomarmi 1

 

 

 

 

 

 

 

Che cos`è il gres porcellanato?

 

Il gres porcellanato è una ceramica a pasta compatta, colorata e non porosa. Deve il suo nome al processo di creazione, ovvero la greificazione, la quale ne garantisce un’ottima resistenza. Si ottiene da un impasto di varie argille, sabbia e diverse sostanze naturali, che vengono cotte ad una temperatura di 1000/1300°C.

 

La caratteristica particolare delle lastre di gres consiste nel riprendere esattamente tutte le caratteristiche estetiche dei materiali alle quali sono ispirate. I principali tipi di lastre in gres sul mercato riproducono il legno e il marmo.

 

Grazie alla sua straordinaria resistenza, il gres porcellanato è il materiale ceramico più indicato per la pavimentazione di zone molto sollecitate, quali grandi magazzini, luoghi di lavori o edifici pubblici. Ma offre, anche, tutto il suo potenziale in spazi residenziali, tanto all’interno quanto all’esterno. Si tratta di un materiale poliedrico, resistente, versatile e bello da vedere.

 

Vuoi saperne di più? Contattaci!

Nuove Collaborazioni!

Siamo felici di annunciare le nostre due nuove collaborazioni! Avremo due fornitori di rilevanza a livello mondiale:

 

Marazzi, leader mondiale nel settore delle piastrelle in ceramica e gres porcellanato per il pavimento e il rivestimento. È presente in più di 140 Paesi ed è universalmente riconosciuto come sinonimo di ceramica di qualità per pavimenti e rivestimenti. Riconosciuto come simbolo del miglior made in Italy nel settore dell’arredamento e del design.

 

A Marazzi si devono le principali innovazioni tecnologiche di processo e di design nel settore delle piastrelle, alcune delle quali rappresentano importanti tasselli della storia della ceramica moderna che hanno reso l’azienda e il distretto un punto di riferimento per l’intero mondo della ceramica.

 

 

Infinity, specializzata nella produzione di lastre ceramiche di grande formato e di alta qualità, ideali per soluzioni architettoniche, di interior design e personalizzate.

L’ampia gamma di collezioni Infinity propone numerose superfici che combinano innovazione e tecnologia di ultima generazione, a sostegno della creatività di architetti e designer in tutto il mondo. Tutti i prodotti delle collezioni Infinity sono rigorosamente made in Italy.

 

Le dimensioni e lo spessore delle superfici Infinity presentano un numero infinito di applicazioni sia per aree residenziali che commerciali: top per cucine, piani orizzontali, lavabi da bagno, piatti doccia, elementi di arredo, rivestimenti per pareti e pavimenti e facciate ventilate.

 

 

Non vediamo l’ora di condividere le nostre future creazioni con voi!

Tavolo 300 cm x 150 cm in Laminam noir desir

Vogliamo condividere la nostra ultima creazione, un piano per un tavolo 300 cm x 150 cm spesso 2 cm. in Laminam noir desir.

Con il prodotto Noir Desir, Laminam desidera imprimere nei progetti d’arredo la ricercata eleganza del marmo, evocando un’estetica decorativa sontuosa. La cromia scura è interrotta solo dal movimento morbido delle venature nella palette avorio, elementi grafici che valorizzano il nobile materiale della tradizione architettonica italiana e sapientemente tradotti dall’innovazione tecnologica Laminam.

Il marmo della collezione Noir Desir per pavimenti e rivestimenti stabilisce un nuovo canone di bellezza, eleganza e solennità, trasposto su lastre ceramiche di grandi dimensioni.

Questa proposta arricchisce la gamma cromatica della collezione I Naturali, distinguendosi con tre finiture speciali, Naturale, Bocciardato e Lucidato, ed offrendo dunque al progettista tre modalità di lavorazione della lastra che conferiscono un valore unico agli ambienti.

 

Top e isola in gres Gray Stone

Siamo entusiasti di condividere con voi una delle nostre ultime creazioni in collaborazione con Ellegi Arredamenti: una cucina con un’isola centrale con i vari servizi (lavello e piano cottura). Il top e l’isola sono stati prodotti con delle lastre del brand Atlas Plan, specializzato nella creazione di lastre ceramiche di grandi dimensioni.

Le lastre sono di colore Grey Stone e hanno uno spessore di 2 cm. Sono di un grigio intenso, profondo e compatto, attraversato da venature chiare a contrasto che esaltano l’eleganza della superficie. Grey Stone risponde alle esigenze dell’abitare contemporaneo.

Grey Stone è disponibile nelle finiture silk, polished e matte.
Materiale utilizzabile sia indoor che outdoor e ideale per ogni tipo di
rivestimento: top della cucina, isole, cassetti, ante, backsplash, tavoli, pareti, vanity bagno, banconi per ristoranti e bar.

 

Top in Laminam color Diamond Cream

Per questo nuovo progetto abbiamo scelto di creare un top in Laminam color Diamond Cream dallo spessore di 2 cm.

Per il piano del Top abbiamo usato Laminam, un materiale di ultima generazione molto apprezzato nell’arredamento, soprattutto per le sue proprietà che lo rendono resistente al calore, al gelo, ai graffi, a eventuali fenomeni corrosivi o alle sollecitazioni meccaniche. È un Materiale dalle innumerevoli varianti cromatiche e diverse e interessanti texture.

Top in Laminam color Diamond Cream Pratomarm

 

Vuoi scoprirne di più sul Laminam? Clicca qui

Materiali Particolari: Onice BLU

L’Onice Blu è una preziosa pietra traslucente di colore azzurro chiaro: talvolta il materiale è attraversato da venature sottili bianche o gialle, mentre il fondo è omogeneo e spesso nuvolato.

 

Il grado di traslucenza varia in base al colore, allo spessore e alla lucidatura superficiale delle lastre di onice. 

 

L’Onice Blu è perfetta per ambientazioni residenziali interne, poiché impreziosisce gli spazi in cui è posato; questo materiale, grazie alla sua trasparenza, è particolarmente adatto alla retroilluminazione permettendo alla luce di penetrare attraverso. 

 

Questo marmo onice, tecnicamente chiamato solo onice, è particolarmente indicato per decorare gli interni di ambienti di lusso come: spa, yacht e navi da crociera, visto il suo colore che ricorda il blu dei mari tropicali.

 

Vorresti realizzare qualcosa in Onice Blu? Contattaci!

Materiali particolari: Quarzite Fusion Wow

Fusion Wow è una quarzite proveniente dal Brasile ed è caratterizzata da una combinazione di colori in grado di creare un effetto di notevole impatto visivo, originale e esclusivo.

Questa quarzite arricchisce in modo deciso qualsiasi progetto di spazi sia interni che esterni, le finiture più utilizzate sono la lucida e la spazzolata.

 

Esistono diverse tipologie di questa particolare quarzite proveniente dal Brasile, tra cui:

 

-Fusion Wow Dark: un materiale che sembra aver assorbito i colori delle profondità degli oceani, in grado di affascinare con il suo blu screziato;

 

-Fusion Wow Light: un materiale sui raffinati toni del verde con sfumature crema, bianco, oro e nero che si propagano come dolci onde mosse dal vento;

 

-Fusion Wow Multicolor: richiama i molteplici toni caldi della natura, con un’esplosione di colori prevalentemente rossastri e grigio scuri tendenti al blu;

 

-Fusion Wow Green: è caratterizzato da una miscela di onde di colori – bianco, crema, oro, verde oceano e nero. Questa quarzite si esprime in modo deciso potenziando qualsiasi progetto dando a spazi interni ed esterni un maggiore interesse visivo.

 

BLOCK

Siamo entusiasti di presentarvi il progetto di Leonardo Novolissi e Andre Di Cristo, con cui abbiamo collaborato per la realizzazione di BLOCK: uno stand di ricarica per lo smartphone. Leonardo e Andre sono degli studenti del corso della professoressa Sabrina Sguanci presso l’ISIA di Firenze.

Che cos’è BLOCK?

 

BLOCK è di base uno stand di ricarica per il telefono, ma rispetto alla morfologia di base di questo prodotto, elimina la funzione primaria dello smartphone,limitando la visualizzazione dello schermo ad una piccola finestra verticale; inoltre è stato progettato per non permettere

l’utilizzo del telefono dal momento in cui viene messo in carica, ponendo di fatto un blocco tra l’utilizzatore ed il device.

 

Ovviamente se si fossero fermati qui, questo progetto sarebbe sembrato più una provocazione, priva di un effettivo valore commerciale; per questo motivo hanno affiancato ad esso un’applicazione, attraverso la quale l’utente possa sia vedere i suoi progressi grazie ad un’interfaccia che mostri il tempo guadagnato nel non utilizzo dello smartphone, ma anche arrivare a piccoli premi sotto forma di buoni sconto per eventi vari: noleggio di biciclette o monopattini per gli spostamenti cittadini, palestre, yoga, ristoranti ecc… .

 

Materiali Utilizzati:

 

Marmo di Carrara

Il marmo di Carrara è un materiale atavico, legato ad una lunga tradizione artistica e artigianale. Per questo motivo utilizzarlo in un progetto dai connotati moderni crea un contrasto interessante, alimentato ancor di più da una produzione digitale. Inoltre si sposa bene con i concetti fondanti del progetto, grazie alla sua traslucenza e il suo colore, i quali richiamano la fonte ispirativa del ghiaccio ma anche quella monolitica.

Vuoi scoprire di più sul marmi? Clicca qui

 

Ottone

 

L’ottone è il contrasto che ci permette di utilizzare il marmo, senza trasformare

il nostro oggetto in un qualcosa di troppo “antico”, anch’esso realizzato

tramite processi di digital manufacturing. La parte in marmo viene ricavata da blocchi di marmo sezionati rispetto ad un piano di taglio che va a individuare l’ingombro dell’oggetto; una volta ottenuta questa estrusione, si scava il marmo con una CNC dotata di

raffreddamento ad acqua, in modo da non surriscaldare la superficie lapidea.

La lavorazione 

 

Da un punto di vista produttivo, le lavorazioni pensate per l’oggetto si basano principalmente su processi di digital manufacturing.

La parte in marmo viene ricavata da blocchi di marmo sezionati rispetto ad un piano di taglio che va a individuare l’ingombro dell’oggetto; una volta ottenuta questa estrusione, si scava il marmo con una CNC dotata di raffreddamento ad acqua, in modo da non surriscaldare la superficie lapidea.

La lavorazione a CNC prevede due fasi: una prima fase di abbozzatura delle forme e una seconda fase di rifinitura. Le due fasi si differenziano per la tipologia di testina utilizzata.

La parte in metallo viene invece prodotta attraverso uno stampaggio per sinterizzazione: la polvere di ottone, sottoposta a riscaldamento tramite un laser, si saldano, dando vita al nostro oggetto. Un operatore andrà poi a lucidare l’oggetto, rendendo invisibile la layerizzazione lasciata dal metodo di stampaggio.